domenica 17 settembre 2017

Recensione "Vorrei incontrarti ancora una volta", Kate Eberlen






Titolo: Vorrei incontrarti ancora una volta
 Autore: Kate Eberlen
Genere: Narrativa moderna e contemporanea
Editore: Garzanti
Prezzo cartaceo: 17,60















Per Tess e Gus, due diciottenni desiderosi di cogliere tutto quello che la vita ha da offrire, il destino si presenta sotto forma di un incontro casuale e indimenticabile. In una calda mattina estiva, nella chiesa di San Miniato al Monte, i loro sguardi si incrociano per la prima volta. È un attimo fugace. Qualche parola sussurrata nella penombra, un sorriso, forse promessa di un amore. Ma dopo le vacanze, entrambi entrano nel vortice della vita adulta: Tess abbandona il suo sogno di diventare una scrittrice per prendersi cura della sorellina. Gus studia medicina per compiacere i genitori. Entrambi seguono la loro strada lasciandosi alle spalle quell'estate toscana. Eppure, il destino torna a riaffacciarsi e nel corso degli anni li farà incontrare di nuovo. Sempre per brevi istanti. Fin quando le loro passioni li guideranno dove tutto torna a essere possibile.


Ho iniziato a leggere questo romanzo un po’ scettica. Mi dicevo: “ma come fanno due persone a sfiorarsi per anni senza mai incontrarsi davvero?” Credevo fosse poco possibile, quasi surreale, poi pagina dopo pagina la lettura mi ha coinvolta e sono scivolata dentro le vite di Tess e Gus, due ragazzini sognatori e pieni di speranza all’inizio, e due adulti investiti da responsabilità troppo grandi e dolore, poi. Tess  seguito già da piccola la sua passione per la scrittura; Gus per l’arte. Si incontrano in una Firenze che fa da sfondo ai propri sogni, facendoli appunto solo sfiorare. Ma è il tempo di quella vacanza, poi tutto cambia inesorabilmente ed inevitabilmente: Tess si ritrova da sola a dover assistere sua sorella e a dover lasciare il suo sogno; Gus a lasciarsi sopraffare dal dolore e il senso di colpa per la perdita di suo fratello, sottomettendosi ai sogni degli altri e non ai suoi. Sarà un giro di racconti da entrambi i punti di vista, un cammino che li farà incontrare più e più volte, e solo dopo i protagonisti capiranno che forse qualcosa di buono nella vita c’è, ed è capitata pure a loro.
Questo romanzo dà speranza, e fa anche scendere delle lacrime, perché t’immedisimi nei protagonisti.
Se una singola farfalla batte le ali dalla parte opposta del pianeta, mette in moto una catena di eventi che potrebbe scatenare una tempesta.



Se dovete correre a comprare questo libro e viaggiare con Tess e Gus? Assolutamente si.

Valutazione: 



Ci sentiamo presto.





4 commenti:

  1. Ciao, volevo avvisarti che ti ho nominata al Liebster Award!^^
    Questo è il link al post: https://coloredeilibri.blogspot.it/2017/09/liebster-blog-award.html

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Assolutamente! Non te ne pentirai ;)

      Elimina